tel
mail
Giusy Versace
IT - EN

Reggina di origine e Milanese di adozione. Giusy nasce Reggio Calabria il 20 maggio 1977 e vive nella città dello Stretto fino a quando, all'età di vent'anni, il lavoro e la vita la portano prima a Londra e poi a Milano. Il 22 agosto del 2005, durante una trasferta di lavoro, Giusy ha un terribile incidente automobilistico sull'autostrada Salerno-Reggio Calabria, nel quale perde entrambe le gambe. Un evento che rimette tutto in gioco ma che per lei non ha mai avuto il significato di una resa. Nel 2010 inizia a correre con le protesi in carbonio e diventa la prima atleta italiana della storia a correre con amputazione bilaterale. In 7 anni colleziona ben 11 titoli italiani e segna diversi record nazionali sui 60, 100, 200 e 400 metri. Entra nel gruppo sportivo delle Fiamme Azzurre e nel 2016 vince le sue prime medaglie internazionali (Campionati Europei : Argento sui 200m e Bronzo sui 400m). Nello stesso anno raggiunge il suo più grande obiettivo e partecipa alle Paralimpiadi di Rio, entrando in finale nella gara dei 200m.

Nel 2013 scrive la sua prima autobiografia "Con la testa e con il cuore si va ovunque", libro che oltre ad essere diventato un best seller (edizione Oscar Mondadori), nel 2017 ha ispirato il regista Edoardo Sylos Labini che lo ha trasformato in uno spettacolo teatrale in prosa, musica e danza.

Dal 2014 è ambasciatrice della campagna internazionale di promozione dell'integrità sportiva tra i giovani "Save the Dream" insieme ad altri sportivi di fama internazionale tra cui Alex Del Piero. Nello stesso anno vince la 10^ edizione di Ballando con le stelle in onda su Rai 1 e nel 2015 debutta nella conduzione di programmi televisivi: Alive - La forza della Vita su Rete 4 e La Domenica Sportiva su Rai 2 per la stagione 2015-2016. Sempre nel 2015, Giusy interpreta l'Aquila al Carnevale di Venezia, simbolo di forza e coraggio. E' la prima atleta paralimpica a farlo.

Nel 2017 la Versace è protagonista anche a teatro al fianco del ballerino Raimondo Todaro e del musicista e cantante Daniele Stefani portando in scena uno spettacolo di prosa, musica e danza tratto dalla sua autobiografia.

Nel gennaio 2018 annuncia la propria candidatura nelle liste di Forza Italia per le elezioni politiche del 4 marzo. Viene eletta alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale di Varese e le viene assegnata la commissione Affari Sociali di Montecitorio. E' inoltre membro della Commissione Bicamerale per l'Infanzia e l'Adolescenza e viene nominata capo del dipartimento nazionale Pari Opportunità e Disabilità del Gruppo.

ll 5 settembre pubblica, invece, il suo primo libro illustrato per ragazzi "WonderGiusy" (edito da Mondadori), che racconta le avventure della supereroina dotata del potere del sorriso e di un paio di gambe alate sempre pronta ad aiutare il prossimo e a salvare chi si trova in difficoltà.

Nello stesso anno, a Giusy viene conferito anche il titolo di "Ambasciatore per la Calabria 2018".

Nel 2019 ha ricevuto, assieme al presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, il premio 'Fair Play della politica' assegnatole ' 'quale rappresentante del Parlamento che si è saputa distinguere dentro e fuori le sedi istituzionali, assumendo la responsabilità delle sue azioni e del suo comportamento in modo etico e rispettoso degli avversari'' e a settembre dello stesso anno, in occasione della 76^ Mostra del Cinema di Venezia, presenta assieme a Jo Squillo e Francesca Carollo il docufilm "Donne in Prigione".

Giusy è impegnata anche nel sociale e nel 2011 fonda la Disabili No Limits Onlus, un'associazione no profit nata per restituire a tutte le persone con disabilità una vita più autonoma donando ausili che, ad oggi, non sono previsti dal Sistema Sanitario Nazionale (ASL) . La Disabili No Limits raccoglie fondi per regalare sedie a ruote ultraleggere e protesi in fibra di carbonio, per attività quotidiane e sportive a sostegno di coloro che vivono condizioni economiche svantaggiate. Organizza eventi per promuovere la pratica sportiva e per consentire, soprattutto ai più giovani, di vivere al meglio la propria disabilità guardando allo sport come terapia e nuova opportunità di vita.

Powered by Piemme Studio